Cuscini di sale - Il Soffio di Sale

Vai ai contenuti

Menu principale:

Cuscini di sale

Hai un fastidioso dolore che non riesci ad alleviare?

“Ecco come un Cuscino di Sale può darti un sollievo immediato e duraturo contro alcuni disturbi”

Tutti noi ogni tanto soffriamo di alcuni disturbi, dovuti a un’errata postura, a un colpo di freddo o semplicemente provocati da un movimento sbagliato. Raffreddore, mal di schiena, stiramenti, botte…chi non ne ha mai sofferto?

Da sempre si conoscono e apprezzano le molteplici proprietà del sale
“Per ogni problema c’è una soluzione, per ogni malattia c’è una cura” recita il popolare adagio. E tra i prodotti che la natura ci offre certamente il sale ha un ruolo di primo piano. Da sempre sono riconosciute le sue importanti proprietà, ma solo recentemente il sale è diventato materia di studio nei laboratori di mezzo mondo. Le sue caratteristiche sono tutt’oggi oggetto di approfonditi studi e l’interesse per i benefici che il suo uso può portare cresce di giorno in giorno anche tra i consumatori, che sempre più si dimostrano attenti e coscienziosi delle loro scelte, sopratutto in campo alimentare e salutistico.

Ma tra tutti i tipi di sale del mondo c’è uno che si distingue: il Sale Rosa dell’Himalaya. Grazie alla particolare storia della sua formazione il Sale Rosa racchiude nei suoi cristalli un’ottima funzione disintossicante e una completa gamma di informazioni vitali. Non è raffinato, quindi le sue molteplici proprietà non vengono alterate e i suoi benefici rimangono massimi.
In più si è rivelato un pessimo conduttore di calore.
Il cuscino di sale applicato a una zona dolorante del corpo dà un immediato sollievo.

Questo cosa significa?

Vuol dire che il sale rosa, opportunamente riscaldato o raffreddato, applicato a una zona dolorante del corpo aiuta a dare un immediato e decisivo sollievo: mantiene a lungo la temperatura, calda o fredda che sia, prolungandone l’effetto benefico; disintossica e aiuta a ripristinare una corretta circolazione, utilissima soprattutto in caso di gonfiori, ematomi, botte; trasmette un intero spettro di informazioni vitali equilibrate, che aiutano a ripristinare la corretta funzionalità del corpo.

Ecco da dove nasce l’esigenza di avere uno strumento sicuro e pratico per sfruttare efficacemente tutti i benefici che sale rosa dà contro i fastidiosi malesseri con cui ogni tanto dobbiamo fare i conti.

I cuscini di sale si usano a caldo o a freddo e aiutano ad alleviare moltissimi disturbi
Per questo sono nati i cuscini di sale: morbidi e resistenti, imbottiti al 100% si sale rosa dell’Himalaya. Se riscaldati o raffreddati sono un valido aiuto in caso di raffreddore, contrazioni muscolari, contusioni, infiammazioni, distorsioni, ematomi e tutte quelle volte in cui si ha la necessità di un impacco caldo o freddo.

Tutti i cuscini di sale sono utilizzabili a caldo o a freddo:

A caldo: danno un beneficio immediato e duraturo in caso di raffreddore, mal di denti, mal d’orecchi, contrazioni muscolari, cervicali, contrazioni della schiena, dolori articolari, e in tutti in quei casi in cui è consigliabile l’applicazione di impacchi caldi.

A freddo: sono un rimedio molto efficace in caso di gonfiori, distorsioni, infiammazioni, mal di testa, contusioni, tumefazioni, slogature e in generale quando si ha la necessità di raffreddare una zona specifica zona del corpo.

Ma com’è fatto un cuscino di sale?

Ogni cuscino di salgemma dell’Himalaya è composto di più strati:

L’imbottitura è fatta solo di sale rosa dell’Himalaya, scelto appositamente della giusta granulometria per mantenere il più a lungo possibile la temperatura data.
Il sale è contenuto in un sacchetto di cotone, non colorato per non alterarne le proprietà, abbastanza robusto per non strapparsi con l’usura. La forma è ergonomica e diversa per ogni cuscino, per avvolgere al meglio le diverse zone del corpo
Il tutto è rivestito da una federa esterna, in cotone o in spugna di cotone.
Cuscino di sale "Smile" - federa esterna e cuscino interno

E come funziona?

Il suo uso è davvero semplice ed immediato: per riscaldarlo basterà solo riporre il cuscino (senza federa) in forno a 60°C oppure appoggiarlo su un termosifone, fino a scaldarlo completamente. Poi riporlo nella sua federa esterna e lasciarlo appoggiato nella zona del corpo interessata per 15-20 minuti. Lo stesso discorso vale per il freddo, ma riponendo il cuscino in freezer, con la sola precauzione di chiuderlo bene in un sacchetto di plastica affinché il sale non assorba acqua e si trasformi in un unico blocco. Un volta raffreddato, togliere il sacchetto di plastica e rimettere la federa.

 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu